Anche d’estate non c’è niente di meglio di una bella Pappa al Pomodoro.

La Pappa al pomodoro originale

Il  pane utilizzato dal sapore  toscano, come si suol dire, è ‘sciocco’, ovvero senza sale, e chi vuol darne motivazione storica indica la rivalità tra Firenze e Pisa, che nel XII secolo portò a un blocco delle forniture dal mare all’entroterra. Allora, per dare sapore del tutto particolare alla pappa, si utilizzi quello cotto nei forni a legna, come accade ancora oggi nelle celebri produzioni di Prato e Altopascio. Quanto al pomodoro, è da considerarsi una novità dell’Ottocento, quando cioè la coltivazione dell’ortaggio è diventata prassi comune ed anche in questo caso la riuscita del piatto dipende dalla varietà da conserva scelta per l’occasione.

Insomma se il piatto vi sfagiola, allora provate la ricetta originale.

Annunci

Vi sembrerà strano, ma la ricetta della torta di mele della nonna rimane sempre la mia preferita.

Soffice e gustosa, leggera e nutriente, è la ricetta giusta per ogni stagione.

Ecco perché molti pomeriggi io li passo a preparare questo gustoso dolce che mi allieta il palato e tutta la giornata.

La ricetta della Torta di mele io l’ho trovata qui.

 

100citta_medium

 

Viste le richieste che sono arrivate da tutta Italia di realizzare non una manifestazione unica a Roma, ma 100 manifestazioni in tutte le cittá italiane, il Comitato 23 marzo ha deciso di concordare con Micromega le modalitá di questa iniziativa estesa, optando per tanti presidi in tutta Italia.

Invitiamo i singoli cittadini, le associazioni, i movimenti e anche i partiti che condividono l’idea di scendere nelle piazze italiane a difesa della Costituzione e della legalitá di comunicare il luogo, l’orario e le modalitá delle iniziative spedendo una mail a comitato23marzo@gmail.com. Le iniziative verranno pubblicizzate qui e  sul sito di Micromega: http://temi.repubblica.it/micromega-online/

Ecco il comunicato di Micromega:

Berlusconi ineleggibile, superate le 200 mila firme!

Il 23 marzo tutti in piazza in tutte le piazze d’Italia,

per realizzare la Costituzione e far rispettare la legge del 1957 che vieta a Berlusconi l’ingresso in Parlamento.

Qualche minuto prima della mezzanotte di giovedì 14 marzo, l’appello di MicroMega perché il nuovo parlamento rispetti la legge 361 del 1957, che rende ineleggibile Berlusconi, ha superato le 200 mila firme. E’ un risultato clamoroso, che testimonia quanto sia vasta la volontà di legalità, e di rifiuto di ogni inciucio, della società civile democratica.

La raccolta delle firme continua. I cittadini eletti in parlamento col M5S hanno già dichiarato ufficialmente che nella Giunta delle elezioni chiederanno il rispetto della legge e dunque la dichiarazione che Silvio Berlusconi, NON eleggibile, NON viene riconosciuto eletto. I parlamentari del Pd e di Sel fin qui hanno fatto finta di nulla (tranne il senatore Luigi Zanda, che ha firmato l’appello di MicroMega), ma questo atteggiamento alla Ponzio Pilato non potrà continuare, visto che la decisione sui ricorsi nei confronti dei parlamentari eletti è uno dei primissimi adempimenti a cui sono tenute le due Camere.

Moltiplicare le firme è dunque un’arma democratica con cui i cittadini possono far sentire la loro voce e impedire che la logica nefanda dell’inciucio, che ha garantito fin qui l’impunità a Berlusconi, si perpetui.

MicroMega chiede infine a tutti i movimenti della società civile diorganizzare in ogni città, sabato 23 marzo, una manifestazione per la realizzazione della Costituzione e per il rispetto della legge 361/1957, nella quale 139 cittadini  leggano in piazza un articolo della Costituzione ciascuno e altri documenti memorabili della vita repubblicana italiana (dalla poesia epigrafe di Calamandrei per il monumento alla Resistenza agli articoli di Sciascia contro la mafia, ad esempio).

A Roma l’appuntamento è per le 17 di sabato 23 marzo a piazzaSantissimi Apostoli.

Sul sito di MicroMega daremo l’aggiornamento degli appuntamenti nelle singole città.

Ai cittadini eletti come deputati e come senatori della Repubblica chiediamo di partecipare anch’essi, con la lettura di un articolo della Costituzione, a questa iniziativa auto-organizzata dalla società civile, a dimostrazione che si vuole davvero cambiare il rapporto (troppe volte inesistente) tra elettori ed eletti. Della loro adesione, che speriamo amplissima, daremo tempestiva comunicazione sul sito di MicroMega.

Ecco il resoconto della riunione di oggi (ringrazio Maurizio Sbrana che è venuto appositamente da Livorno e ha redatto il verbale)

– autoconvocazione cittadini italiani, senza steccati di nessun genere e senza preclusioni alcuna (ovviamente fermo restando rispetto Costituzione e antifascismo),

– simbolismo della data,23.3, in concomitanza con altra manifestazione autoritaria…,

– titolo provvisorio: “FESTA DELLA LEGALITÀ ED IN DIFESA DELLA COSTITUZIONE”,

– punti appello da costruire: legalità, difesa Costituzione, legge elettorale, legge anticorruzione, conflitto di interessi

– aperta ad associazioni, movimenti civici, partiti e sindacati (per me sarebbe meglio senza bandiere, ma solo con il tricolore e la Costituzione)’

– valutare se meglio farla in piazza più piccola (p.zza del Popolo?),

– possibilità di Stand da parte delle associazioni, movimenti, ecc. (Ad esempio i sindacati potrebbero fare uno stand per prendere le firme contro la riforma dell’Art.18 od in favore degli e sodati; i giovani potrebbero fare uno stand per far conoscere i dati della disoccupazione giovanile; i ricercatori per il loro stato di abbandono; gli artisti per i tagli alla cultura; i sanitari per i tagli alla sanità, eccetera eccetera…),

– poi si potrebbe fare una specie di ‘via crucis’ con postazioni di cartelli con i più rappresentativi ed importanti articoli della nostra Costituzione mai applicati,

– gli studenti potrebbero escogitare qualche cosa di fantasioso per far conoscere lo stato di abbandono della Scuola Pubblica, eccetera…,

– dobbiamo fare immediata circolazione della Festa su FB eccetera, riservandoci poi, dopo la riunione della prossima settimana, di cercare di rendersi visibili con i massmedia.

– I presenti alla riunione di oggi, sono stati costituiti in qualità di COMITATO 23 MARZO e si riuniranno martedì prossimo alle ore 18,30 in luogo da comunicare successivamente. Ma questo comitato è aperto a chiunque voglia partecipare (mandare mail adesione a comitato23marzo@gmail.com)